IO SONO

 

IO SONO

 

Io sono

Quello che sono

E brucio d’amore

Per le cose della vita

E le studio per sapere

E intanto vivo tra gli altri

Senza fare tragedie,

Desidero la tua stessa casa

Ed il salotto moderno

Desidero un buon lavoro

Ed il cappotto per l’inverno,

 

Ma solo chi brama il conoscere

Potrà capire queste righe

Chi ama portarsi avanti

Nelle proprie discipline

Per modificare il sapere attuale

Costi quel che costi

Proporre

Un più profondo sentire .

 

 

Milano, 25 Gennaio 1987

1990-93